Programma

Modulo 1.Il framework metodologico per la definizione della strategia e gli strumenti per la definizione del proprio posizionamento

Il modulo formativo ha l’obiettivo di condurre il partecipante verso la piena padronanza del framework metodologico proposto da W. Chan Kim e Renée Mauborgne: Blue Ocean Strategy.

Un framework per supportare il Management passo-passo nell’individuazione dei fattori competitivi della industry di riferimento e nell’individuazione della rilevanza di detti fattori per il consumatore, al fine di costruire un nuovo profilo di offerta grazie anche all’introduzione sul mercato di nuovi valori non presenti nello scenario di mercato al momento dell’analisi.

L’utilizzo della Blue Ocean Strategy porterà a confrontarsi con due passaggi chiave: l’individuazione dei fattori competitivi nella industry di riferimento e la determinazione di nuovi valori da introdurre.

Nel modulo formativo verranno trattati alcuni strumenti rilevanti per affrontare con profitto i due passaggi. 

In particolare, per poter individuare i fattori competitivi della industry, verrà trattato:

  • come facilitare il Management nel convergere verso una visione comune di mercato grazie alla metodologia Lego Serious Play;
  • come coinvolgere l’intera azienda, che vive il mercato in prima linea, nell'apportare un contributo significativo al processo, grazie all'utilizzo di strumenti tipici dei processi di Open Innovation.

Per poter determinare i nuovi valori da introdurre nel mercato, verranno affrontati gli strumenti ritenuti più pragmatici e di immediato utilizzo per la generazione di idee:

  • l’analisi dei trend tecnologici, sociali e di business attraverso l’analisi strutturata dei portfolio delle società di Venture Capital che investono in startup post-revenue;
  • l’analisi strutturata dell’ecosistema delle startup e i modelli organizzativi ed economici al fine di istituirne rapporti di collaborazione;
  • i modelli e gli strumenti per l’utilizzo profittevole di programmi di Idea Management che coinvolgano attori interni ed esterni all'impresa.

Modulo 2. Elementi di economia e finanza aziendale 

Il modulo formativo ha l’obiettivo di costruire un linguaggio comune in ambito economico-finanziario, fondamentale per i partecipanti che non operano direttamente nell’ambito dell’Amministrazione, della Finanza o del Controllo di Gestione.

La prima parte del modulo formativo si concentra sugli aspetti economici di base per il funzionamento dell’impresa:

  • il processo di formazione del bilancio, la contabilità generale e il ruolo della contabilità analitica al fine di permettere al management di controllare i risultati economici aziendali;
  • le componenti economiche e patrimoniali del bilancio aziendale: struttura, principi e caratteristiche del Conto Economico e dello Stato Patrimoniale;
  • le metriche di misurazione delle performance aziendale, sia di tipo economico sia di tipo patrimoniale.

Successivamente, si affronterà come interpretare correttamente i dati aziendali provenienti dai bilanci e, in particolare:

  • come riclassificare un bilancio d’esercizio per migliore la lettura delle performance;
  • come individuare le relazioni tra dati economici e patrimoniali;
  • quali indici di bilancio è opportuno calcolare e come calcolarli.

Come ultima dimensione aziendale, verrà analizzata la dimensione finanziaria:

  • il ruolo della dimensione finanziaria con rispetto alle dimensioni economica e patrimoniale;
  • la distinzione tra redditi e flussi di cassa;
  • la costruzione del rendiconto finanziario secondo la logica operativa.

Infine, verrà affrontato come confrontare i bilanci di più concorrenti, compreso il proprio bilancio, al fine di trarne considerazioni strategiche sulle performance dei player di mercato. 

Modulo 3. Modelli organizzativi abilitanti l’innovazione e strategie di comunicazione di marca

Individuato il nuovo profilo di offerta che si vuole adottare alla ricerca del proprio Oceano Blu, il posizionamento aziendale potrebbe subire o meno la necessità di una trasformazione, in funzione del modello organizzativo scelto per l’esecuzione della strategia.

In questo modulo formativo verranno affrontati i diversi modelli organizzativi abilitanti una strategia a così alto tasso di trasformazione. In particolare, verrà affrontato:

  • il quadro dei modelli organizzativi abilitanti la trasformazione, dai modelli evolutivi allo spin-off, e impatti della scelta del modello sulla programmazione;
  • il ruolo chiave delle persone nella trasformazione indipendentemente dal modello organizzativo scelto, come supportarle nel cambiamento verso il corretto mindset e quali strumenti per incentivarle;
  • le modalità di sviluppo di progettualità secondo le moderne metodologie agili e i relativi strumenti. 

Successivamente, verranno affrontati i principali aspetti della comunicazione, indispensabile sia nel caso in cui si renda necessario il riposizionamento del brand, sia in caso di istituzione di un nuovo brand, eventualmente supportato da un relativo veicolo finanziario ad hoc.

In ultimo, verranno illustrati i principali canali di Marketing online e le loro peculiarità, ma soprattutto come costruire un Piano di Marketing in modo analitico al fine di redigerne il budget.

Modulo 4. Pianificazione del progetto e analisi degli investimenti

Quanto affrontato finora necessita di passare allo stadio di programmazione operativa. A questo fine sono due gli aspetti cruciali e strettamente legati tra loro. Il primo è la pianificazione delle attività, inserendole in un quadro coerente che rispetti i vincoli temporali dettati da mercato e/o Management; il secondo è l’analisi economico-finanziaria del progetto al fine di valutarne la fattibilità e la necessità di provvista.

In primo luogo, dunque, verranno trattati gli elementi cardine del Project Management e del Project Cost Control: 

  • la fase di iniziazione del progetto, la definizione dello scopo di progetto e la sua comunicazione, gli strumenti di lavoro agile e basati sulla fiducia dei rapporti;
  • cos'è la Work Breakdown Structure e come definirla, assegnando ruoli e responsabilità alle diverse attività;
  • la contabilità analitica per centri costo e i criteri di allocazione;
  • le tecniche reticolari e Gantt.

Definito il piano operativo in questa fase iniziale, si hanno tutti gli elementi per l’analisi finanziaria dell’investimento. Verranno dunque affrontate le tecniche di Capital Budgeting per: 

  • valutare l’impatto della progettualità sul Business Plan Aziendale;
  • identificare i fabbisogni finanziari per l’implementazione del piano;

In ultimo, verranno affrontate le tecniche di analisi di sensitività e di gestione degli scenari per simulare i diversi impatti economico-finanziari in funzione dei risultati di mercato.