The Entrepreneurial Testing Lab - Case study 10/01/2017

Come gestire l’innovazione riducendo il rischio di fallimento

La societa' di consulenza internazionale 3h Partners ha sviluppato, a partire dalla teoria della Creative Entrepreneurship, un processo economico e snello che guida l’azienda nell’innovazione di prodotto e di processo, riducendo i rischi di fallimento. Il case study e' stato redatto da Marco Montrucchio e Stefano Branca, consulenti di 3H Partners e docenti del Master in Finanza Aziendale di IFAF. 

Rapidità e qualità con cui le imprese gestiscono l’innovazione rappresentano un fattore critico di successo nell’attuale contesto economico e competitivo.

Coniugare rapidità e qualità non è facile. La rapidità richiesta dal mercato si deve confrontare con l’incertezza legata all’innovazione, con il timore di disperdere risorse in lunghi progetti pilota e con manager che non intendono uccidere il “loro” progetto. 

Il tasso di fallimento delle iniziative di innovazione nelle grandi aziende è del 95%, superiore a quello di acceleratori di impresa come Y Combinator ed H-Farm.

L’alternativa, naturalmente, non è rinunciare ad innovare, bensì ribaltare il paradigma dotandosi di un processo veloce, economico e snello che faccia dell’insuccesso la fonte di riduzione del rischio legato all’innovazione. 

Tanti piccoli esperimenti di innovazione permettono di migliorare in modo reiterativo e consequenziale un prodotto o un processo prima di imbarcarsi in un grande progetto di innovazione.

 

Master Specialistico in Finanza Aziendale